Tanti auguri Masseria

Napoli-Frosinone, ultima di campionato. Per molti tifosi e per tutti i tifosotti, sarà ricordata per il record di goal realizzato da Gonzalo Higuain. 36 palloni. Magari qualcuno di questi si è anche tatuato il Pipita sul culo, chissà.

Noi invece vogliamo celebrare un altro numero. Il 25. Perché sono 25 anni che la Masseria Cardone bazzica lo stadio San Paolo e gli stadi d’Italia e di Europa. Nati nel 1991, hanno vissuto varie tribolanti vicende in questo quarto di secolo di curva e trasferte. Qualche migrazione di settore, qualche litigio, qualche separazione. Ma sempre presenti, nel bene o nel male, indipendentemente dai goal di un centravanti o dai risultati sportivi della squadra. Perché gli ultras sono così: vanno al di là del risultato. I veri ultras, s’intende. Merce rara, a guardare ciò che accade in tante curve italiote, a partire da chi ha deciso di farsi la tessera del tifoso, buttando decenni di movimento ultras nel cesso del calcio moderno.

E non hanno nemmeno tirato la catena, sti latrine…

Onore alla Masseria, dunque. Onore a chi continua, dopo 25 anni, a innalzarne il vessillo e a ricordare Secco.